Ansia d’approccio e paura: come gestirle grazie a queste 2 tecniche

Vorresti conoscere ragazze nuove, ma già al pensiero di dovergli parlare ti tremano le gambe e non sai cosa dirgli?

Tranquillo, soffri della cosiddetta ansia d’approccio ed in questo video ti svelerò le 2 strategie più potenti che conosco per gestirla al meglio e fare in modo che non sia più un ostacolo.

La paura è un segnale che qualcosa non va, ti limita nel raggiungere i tuoi obiettivi e per questo non puoi assecondarla.

L’unica cosa da fare è affrontarla.

So che è un nemico molto difficile da combattere, ci sono passato prima di te, ma con le armi giuste (che ti svelo in questo articolo) paura ed ansia d’approccio non avranno più il sopravvento su di te.

Intanto, come ogni nemico che dobbiamo affrontare (perché l’ansia e la paura sono dei veri e propri nemici che ci ostacolano nella vita quotidiana) è importante conoscerlo nei minimi dettagli.

Perché abbiamo paura e sentiamo una forte ansia quando vogliamo approcciare una ragazza?

Succede perché stiamo affrontando una situazione a noi sconosciuta, il nostro cervello non è preparato per quella situazione e la eticchetta come potenzialmente pericolosa.

Se hai già provato ad approcciare qualche ragazza per allenarti nell’approccio, avrai sicuramente sentito una certa paura, una certa ansia, e ti saranno venuti in mente dei pensieri negativi del tipo: “non so cosa dirle”, “mi troverò di fronte a lei senza sapere cosa dirle” oppure: “sicuramente mi rifiuterà in malo modo”, “chissà cosa penserà la gente che mi sente”.

Pensieri del genere si verificano proprio perché stai andando ad affrontare una situazione che non conosci e che non sai a cosa ti porterà.

Una volta capito che abbiamo paura perché stiamo per affrontare una situazione che non conosciamo ed alla quale non siamo preparati, andiamo a vedere come superare la paura e l’ansia d’approccio.

Esistono soltanto due modi per superare la paura e l’ansia d’approccio: il primo è l’esperienza.

Cosa significa?

Come abbiamo appena visto questa paura è determinata dal fatto di dover affrontare una situazione che non conosciamo, quindi fare questa azione tante volte ti permette di sapere in anticipo cosa aspettarti.

Se io approccio cento volte, dopo saprò all’incirca quali possono essere le reazioni delle ragazze. Ce ne saranno alcune che saranno felici di essere state approcciate, ce ne saranno altre che saranno un po scocciate, altre ancora che non ascolteranno il mio approccio e continueranno dritte per la loro strada, ecc.

In ogni caso avrò un’idea di cosa aspettarmi ed automaticamente la paura e l’ansia diminuiranno.

L’ansa d’approccio non è dovuta tanto alla paura di essere rifiutati, ma soprattutto al fatto di non dover affrontare una situazione ignota.

Questo te lo dico per esperienza: a me capita tuttora di essere rifiutato (nessuno ha il 100 % di successo negli approcci) ma sapendo cosa mi posso aspettare non me ne frega niente perché comunque sia so che ci sono tantissime ragazze bellissime che posso conoscere e quindi se una mi rifiuta è un problema suo.

L’esperienza dunque è sicuramente l’arma più potente per superare la paura e l’ansia d’approccio.

Con l’esperienza la paura e l’ansia d’approccio vanno sempre diminuendo, diventano sempre più piccole fino a raggiungere una soglia minima.

Devo dirti sinceramente che non scompaiono mai del tutto, ma la cosa importante è che paura e ansia diminuiscano al punto da non bloccarti e non ti impediscono di fare l’azione che può portarti a conoscere quella ragazza.

Ora starai pensando: “ma per fare esperienza devo comunque superare la paura e se io ho paura e non approccio non farò mai esperienza?!”

Questa è una domanda giusta e legittima.

E’ un po come un cane che si morde la coda. Se hai paura e non approcci, non fai esperienza e se non fa esperienza per te quella sarà sempre una situazione nuova e sconosciuta. Di conseguenza non ti formerai mai gli “anticorpi” per superarla e fare in modo che questa paura vada pian piano diminuendo.

Il secondo metodo, che può e deve essere usato in combinazione col primo, è quello della razionalizzazione.

In cosa consiste?

Fermati un attimo e prima di approcciare pensa sinceramente a cosa può succedere di male se approcci una ragazza e magari lei non vuole saperne nulla di te.

Magari può essere fidanzata, può avere altri impegni in quel momento, può andare di fretta…

Ci possono essere tantissimi motivi per cui una ragazza può non apprezzare il tuo approccio, ma devi capire che non può succedere nulla di grave, non muore nessuno.

Devi quindi razionalizzare, cioè pensare che comunque sia non succede niente di grave e stai soltanto facendo esperienza.

Questo ti permette, appunto, di fare quel minimo di azioni necessarie per accumulare esperienza. La razionalizzazione ti dà la possibilità di diminuire la paura quel tanto che basta per iniziare ad approcciare ed accumulare esperienza.

Man mano che continui a fare esperienza la paura e l’ansia continuano a diminuire fino a raggiungere un livello talmente basso da essere tranquillamente tollerato durante l’approccio e di conseguenza sarai sicuramente più sciolto sarà sicuramente più rilassato, riuscirai ad essere più congruente e quindi le tue possibilità di successo nell’approccio aumenteranno a dismisura.

Possiamo quindi dire che:

La paura si supera con l’azione, cioè facendo proprio quello che causa la paura.

Non ci sono altri modi.

Soprattutto è sempre una cattiva idea assecondare la paura e lasciarti dominare da essa. Come dice Napoleon Hill, il grande scrittore americano che ha pubblicato molti libri sulla potenza che ha la mente di dominare le nostre azioni.

Se non l’hai letto, ti consiglio assolutamente di leggere il suo libro più famoso che è “Pensa e arricchisci te stesso“. A proposito della paura, Napoleon Hill dice che “la paura è una grande e istruttrice, insegna che c’è sempre del marciume ovunque lei appaia”.

Ciò significa che al momento in cui appare la paura, c’è qualcosa che non va, c’è qualcosa che tu devi superare e combattere. Se ti lasci dominare dalla paura quel problema ti ostacola tutta la vita e ti impedisce di raggiungere gli obiettivi che vuoi.

Seil tuo obiettivo è conoscere più ragazze e assecondi la paura di approcciare, ti fai vincere dall’ansia d’approccio, ti precludi quello che è il tuo obiettivo e non riuscirai mai a conoscere ragazze nuove.

Riepilogando:

Se soffri di ansia d’approccio ed hai una gran paura quando devi parlare con una ragazza, ecco cosa fare:

1 . Razionalizzare.

Pensa a tutti i motivi per cui questa paura è irrazionale, pensa al fatto che se ti poni in modo gentile ed educato con una ragazza, non può succedere niente di grave.

Inizia ad approcciare per accumulare esperienza e soprattutto durante questi approcci sii congruente e sincero, non nascondere la tua vera personalità.

2 . Accumula esperienza.

Questi approcci iniziali sono importanti non tanto per i risultati che ti porteranno in termini di ragazze conquistate, ma perché ti permettono di fare esperienza e di capire cosa succede quando approcci una ragazza.

Iniziarai a vedre e capire quali sono le loro reazioni eman mano che accumuli esperienza, la paura e l’ansia d’approccio andranno sempre più a diminuire, finché non saranno talmente minime da poter essere tranquillamente tollerate.

Termini e Condizioni | Privacy Policy | Contatti