Come durare di più a letto: 7 segreti e 8 esercizi pratici per sconfiggere l’eiaculazione precoce

come durare di più a lettoVuoi sapere come durare di più a letto e migliorare le tue prestazioni e trasformarti in un vero e proprio Superman del sesso? Lo so, è una cosa che tutti gli uomini desiderano.

Purtroppo su internet è facile incappare in truffe e consigli senza nessun fondamento, soprattutto quando si parla di tematiche così delicate e che hanno a che fare con la sfera sessuale.

Oggi voglio darti invece dei consigli pratici, che potrai mettere in pratica da subito e testare tu stesso la loro efficacia.

Ma prima vediamo un po’ di numeri:

Secondo le statistiche ufficiali, il 20% (1 su 5) degli uomini italiani, di età compresa tra i 18 ed i 70 anni, soffre di eiaculazione precoce.

La durata media del rapporto sessuale è stimata dai 3 ai 7 minuti (pochissimo) ed infatti il 38% delle donne sono sessualmente insoddisfatte del proprio partner.

Sono dati spaventosi, non è così?

Se frequenti questo blog e stai leggendo questo articolo però sei un uomo fortunato e presto scoprirai come durare di più a letto ed entrarai a far parte di quell’elite di uomini che sa come far provare orgasmi esplosivi alla propria donna anche senza penetrazione. Inizia cliccando qui!

Questo problema così diffuso, porta con se diverse spiacevoli conseguenze. Oltre al fatto di non riuscire a fare sesso come si desidera, si associano spesso altri disturbi quali stress, ansia, frustrazione, scarsa autostima, i quali non fanno altro che peggiorare la situazione.

Ovviamente anche il rapporto di coppia finisce per risentirne in maniera negativa, infatti anche se spesso all’inizio le donne (alcune) si mostrano comprensive, col passare del tempo si vengono a creare inevitabilmente delle complicazioni che rendono il rapporto difficile da portare avanti.

Dal punto di vista della seduzione, in particolare, chi soffre di eiaculazione precoce finisce spesso per entrare in un circolo vizioso che rovina totalmente il rapporto con le donne.

Questo perché non sentirsi sicuri delle proprie capacità sessuali, provoca insicurezza. E l’insicurezza non aiuta di certo a conquistare le ragazze.

La cosa migliore da fare in questi casi è una visita andrologica, ma essendo un problema piuttosto imbarazzante, la maggior parte degli uomini preferisce tenerselo e soffrire in silenzio. Le statistiche infatti parlano chiaro: solo il 10% degli uomini che soffre di eiaculazione precoce, si rivolge ad un medico.

Pensa però a cosa ti stai perdendo!

Pensa quanto sarebbe bello, far in modo che questo problema non esista e sorprendere la tua donna con una prestazione da record che la faccia urlare di piacere.

Te lo dico chiaramente: in quei momenti ti senti come Superman! 🙂

Inoltre devi sapere che, al di la della penetrazione vera e propria, ci sono molte altre armi che un vero uomo deve saper padroneggiare, come l’arte del cunnilingus e del ditalino.

Ti piacerebbe diventare un vero maestro nel far tremare di piacere le donne con cui fai sesso ogni volta che vuoi? Inizia cliccando qui!

Bene, ritornando all’argomento “come durare di più a letto”, coi consigli che ti darò tra poco, ed un po’ di impegno da parte tua, sono sicuro che riuscirai a migliorare alla grande le tue prestazioni e fare la tua bella figura, ma prima definiamo un po’ meglio il problema:

Cosa è l’eiaculazione precoce e come è possibile sconfiggerla?

(Torna all’indice)
Si tratta di una disfunzione molto frequente tra gli uomini, tanto da essere citata in letteratura come “la più comune tra le disfunzioni sessuali maschili”. Si stima infatti che il 25-40% degli uomini soffra di questo spiacevole disturbo, la cui causa scatenante è spesso sconosciuta.

Non esistono dei parametri universalmente accettati per definire un quadro certo di eiaculazione precoce, ma facendo una media tra i vari studi proposti sull’argomento, si può parlare con certezza di eiaculazione precoce se l’emissione di sperma avviene prima di raggiungere la penetrazione, o comunque entro un minuto dall’inizio del rapporto.

E’ inoltre importante che il disturbo si protragga per vari mesi per poter fare una diagnosi di eiaculazione precoce. Se al contrario, si tratta di un episodio singolo o che si presenta raramente, può essere semplicemente un fenomeno passeggero, magari dovuto allo stress.

Secondo uno studio della Società Italiana di Andrologia (SIA), un rapporto dura in media dai 3 ai 7 minuti.

Se la tua media è 8 minuti aspetta ad esultare, perché essere nella media o poco sopra non significa che sia una durata soddisfacente. Infatti lo stesso studio ci dice che il 38% delle donne italiane non è soddisfatta, sessualmente parlando, del proprio partner.

E poi se sei un mio seguace devi farmi fare bella figura, quindi dobbiamo impegnarci di più e dato che ci sei leggiti anche l’articolo: come far impazzire una donna a letto.

Per finire con le statistiche, devi sapere che soltanto il 20% dei casi di eiaculazione precoce sono causate da disfunzioni fisiche ed è quindi necessario l’intervento medico.

L’80% dei casi sono dovuti a cause di tipo psicologico e comportamentale ed è proprio per questa categoria di persone che saranno più utili i consigli che seguono.

Vediamo dunque i 7 segreti su come durare di più a letto.

Prima però voglio farti un regalo: 3 Video GRATUITI in cui ti svelo quanto può essere semplice sedurre e quali sono gli errori da non fare, per non andare in bianco! Clicca qui per ricevere GRATIS “La Formula della seduzione in 3 passi”

 

Come durare di più a letto: segreto n° 1

Smetti di masturbarti velocemente

come durare di più a lettoLo so, il tempo è sempre poco e gli impegni sono tanti, quindi ti capita spesso di masturbarti in fretta e furia appena hai 5 minuti liberi, giusto?

MALE, molto male! Non c’è niente di più sbagliato.

Il sesso, ma anche l’autoerotismo, sono cose che vanno fatte con la massima calma, senza stress e senza ansia.

La masturbazione, se proprio non riesci a farne a meno, deve essere un momento di relax, non uno stress ulteriore.

Masturbarsi velocemente solo per svuotarsi, non fa altro che aggravare il problema, quindi se non hai almeno 30-40 minuti per dedicarti ad ascoltare il tuo corpo e le sensazioni che ti da, non iniziare per niente. Devi prenderti tutto il tempo di cui hai bisogno, rilassati e goditi il momento.

 

Come durare di più a letto: segreto n° 2

L’ansia è il tuo peggior nemico

Ehi calmati, non stai facendo un’esame!

Fare sesso con una bella ragazza deve essere una cosa piacevole, una cosa che piace prima di tutto a te e che soddisfi anche la tua partner.

Il problema di molti ragazzi è che si sentono sotto pressione, come se la ragazza fosse li per giudicarli e così si fanno prendere dall’ansia… ed il gioco è fatto.

Beh devi sapere che più sarai preoccupato e ti farai prendere dall’ansia, e più le tue paure finiranno per avverarsi!

Sesso e preoccupazioni non vanno d’accordo, pensa a rilassarti e goditi il momento, goditi il reciproco contatto dei corpi che si sfiorano e ogni altra sensazione che di bello riesci a percepire.

 

Come durare di più a letto: segreto n° 3

Non puoi correre come una lepre se non riesci nemmeno a camminare come una tartaruga!

Lo so, questo sembra un vecchio proverbio cinese, ma in realtà è un consiglio molto prezioso.

Significa che quando stai con una donna, non devi pensare a penetrarla in fretta e furia e con tutta l’irruenza di cui disponi. Calma!

Anche in questo caso la fretta è una brutta consigliera. Se vuoi veramente diventare l’idolo delle donne, devi sapere una cosa: una donna va stimolata gradualmente prima di essere penetrata. Io spesso non inizio a penetrarla se prima non le ho regalato almeno un orgasmo mediante stimolazione orale o manuale.

Questo ha il duplice effetto di far eccitare in modo indescrivibile la ragazza e farti sentire più sicuro di te, in quanto, mal che vada, l’hai già fatta godere una volta.

Vuoi sapere come faccio io nel dettaglio e far provare orgasmi esplosivi alla tua donna anche senza penetrazione? Inizia cliccando qui per scaricare 3 video gratuiti in cui io ed Emy ti sveliamo i nostri preziosi segreti sul sesso.

Come durare di più a letto: segreto n° 4

Respira lentamente e profondamente

Respirare profondamente ha un effetto benefico sull’ansia ed aiuta a rilassarsi. Questo di conseguenza ha un effetto positivo sull’erezione e sull’eiaculazione precoce.

Quando sei teso e sotto stress, tendi a fare respiri corti e poco profondi. Le cellule si ossigenano poco e male ed il corpo non risponde come dovrebbe. Questo ha effetto anche su di “lui”, che non riesce a ricevere il sangue necessario per una erezione eccellente.

Quindi respira, riempi bene i polmoni e non restare in apnea.

Attento però anche a non fare l’errore opposto, cioè esagerare con la respirazione, altrimenti rischi di iperventilare e non è mai una cosa piacevole.

 

Come durare di più a letto: segreto n° 5

Il sesso non è solo penetrazione

durare di più a lettoPurtroppo la maggior parte degli uomini ha una visione piuttosto limitata del sesso, e se anche tu sei tra questi, da oggi devi imprimerti bene in mente questa frase: “Il sesso non è solo penetrazione”.

In questo le donne sono molto più evolute di noi maschietti.

Il sesso è un gioco di percezione, è fatto di carezze, baci, mani che esplorano punti strategici… insomma, il tuo uccello non è l’unico strumento di cui disponi per far godere una donna.

Ogni parte del tuo corpo può diventare un’arma ad alto potenziale erotico!

Come può esserti utile questa cosa per durare di più?

Semplice. La prossima volta che stai facendo l’amore con una ragazza e senti che stai per venire, ma è ancora troppo presto… fermati un attimo, trattieni l’orgasmo e continua a stimolarla con le mani o la bocca.

Non c’è limite a quello che puoi farle. Usa la fantasia, sperimenta!

Quando senti che il “pericolo” è passato, cambia posizione e ricomincia.

Se vuoi sapere come far provare orgasmi esplosivi e multipli alla tua donna anche senza penetrazione, inizia cliccando qui per scaricare 3 video gratuiti in cui io ed Emy ti sveliamo i nostri preziosi segreti sul sesso.

 

Come durare di più a letto: segreto n° 6

Non essere egoista!

Capita a tutti prima o poi di fare una prestazione non proprio brillante, non ti devi preoccupare ed è assolutamente normale, ed a tutto c’è rimedio.

Già solo applicando i consigli che ti ho dato in questo articolo sono sicuro che otterrai delle belle soddisfazioni, anzi, scrivi pure nei commenti le tue esperienze se vuoi.

Prima di concludere questo punto però, voglio darti un ultimo, fondamentale consiglio, che però molti uomini sembrano ignorare.

NON ESSERE EGOISTA!

Se ti capita di non riuscire a resistere abbastanza a lungo da far venire la tua donna, non te ne scappare fuori dal letto perché “tanto tu sei venuto”!

Il minimo che puoi fare è impegnarti per dare anche a lei l’orgasmo che merita. E non hai scuse, come ti ho detto al punto 5, hai tutto il tuo corpo a disposizione per farlo.

 

Come durare di più a letto: segreto n° 7

Esercizi di Kegel e Reverse Kegel

Si tratta di esercizi che servono per riuscire a controllare i muscoli coinvolti nel rapporto sessuale.

Riuscire a controllare questi muscoli permette di ritardare l’eiaculazione e quindi di durare di più.

eiaculazione precoceSecondo Barbara Keesling, esperta in terapia sessuale ed autrice del libro “Come fare l’amore tutta la notte“, esistono due tipi di uomini al mondo: quelli che controllano il proprio pene e quelli che sono controllati dal proprio pene.

Un uomo che non riesce a controllare il proprio pene è un uomo che vive nella paura. Ha paura che la sua inadeguatezza venga scoperta, non è capace di avere una vita sessuale soddisfacente e non è capace di appagare la donna che ama.
Il maggiore ostacolo al piacere sessuale è la paura che il nostro “equipaggiamento” non sia all’altezza, e spesso questa paura deriva dalla scarsa conoscenza che abbiamo del nostro apparato genitale.

Un rapporto più salutare col nostro organo riproduttivo può risolvere una serie di problematiche molto comuni come l’ansia da prestazione donando all’uomo un’adeguato controllo sul suo funzionamento ed una maggiore sicurezza in se stesso.

La tua prestazione sessuale può dunque essere compresa, alterata e migliorata. Ed è proprio quello lo scopo di questo articolo.

Cosa è e come può aiutarti il muscolo pubococcigeo

(Torna all’indice)
durare di più a lettoIl pene, come sicuramente saprai, non è un muscolo.

Lo so, è un peccato, se fosse stato così sarebbe bastato allenarlo come un qualsiasi altro muscolo per tenerlo bene in forma.

Non tutti sanno però che esiste un muscolo che ha un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’erezione. Stiamo parlando del muscolo pubococcigeo.

In pratica il muscolo pubococcigeo (PC) è quello che usi per fermare il flusso dalla vescica, ed è lo stesso che si contrae per espellere lo sperma durante l’eiaculazione.

Come ti dicevo, questo muscolo è fondamentale per l’attività sessuale e per durare di più a letto, ma quasi nessuno fino a qualche anno fa, era a conoscenza di queste importanti funzioni e di come allenarlo nel modo corretto per migliorare le prestazioni sessuali.

Riuscire a controllare il muscolo pubococcigeo significa avere il pieno controllo del tuo pene, aumentare la durata delle tue prestazioni e raggiungere una sensazione di piacere molto maggiore (si può arrivare anche a provare orgasmi multipli).

Padroneggiare le tecniche per il controllo di questo muscolo non è difficile, richiede un impegno di pochi minuti al giorno, ma costante nel tempo.

Tutto ciò di cui hai bisogno sono 2 o 3 esercizi che ti spiegherò tra poco e pochi minuti al giorno del tuo tempo.

Inoltre devi sapere che, al di la della penetrazione vera e propria, ci sono molte altre armi che un vero uomo deve saper padroneggiare, come l’arte del cunnilingus e del ditalino.

Ti piacerebbe diventare un vero maestro nel far tremare di piacere le donne con cui fai sesso ogni volta che vuoi? Inizia cliccando qui!

Prima di iniziare: come individuare il muscolo pubococcigeo per svolgere gli esercizi correttamente

(Torna all’indice)
La prima cosa che devi fare, prima di iniziare con gli esercizi è riuscire a percepire e capire dove si trova il muscolo pubococcigeo, che diventerà il tuo miglior alleato e ti permetterà di durare di più a letto.

Per molti uomini individuarlo è semplice e immediato, mentre per altri può essere un po’ più complicato.

Adesso ti spiego il modo più semplice per individuarlo ed isolarlo dagli altri muscoli vicini:

Innanzututto posiziona delicatamente due dita dietro i testicoli. Adesso spingi come se dovessi urinare e subito dopo trattieni, come se dovessi bloccare l’urina. Sentirai in quel punto un muscolo che si contrae, lo senti irrigidirsi?

Ecco, hai appena trovato il tuo muscolo pubococcigeo. Forse hai notato che pene e testicoli hanno un po’ “saltato” quando hai contratto questo muscolo.

Attenzione: è molto importante che durante gli esercizi che seguiranno, tu riesca a contrarre solo e soltanto questo muscolo, mentre quelli dello stomaco e delle cosce dovranno rimanere rilassati.

Prima di entrare nel vivo della parte pratica e vedere gli esercizi, devi sapere che, oltre alla durata del rapporto sessuale, esistono altri “7 errori micidiali” che quasi tutti gli uomini commettono nel sesso. Se vuoi sapere quali sono e come evitarli… inizia cliccando qui!

 

Esercizio di Kegel n° 1: contrazione e rilasciamento

Eccoci al primo esercizio per allenare il tuo muscolo pubococcigeo. Mettiti ben comodo, le prime volte avrai bisogno di un po’ di concentrazione, ma successivamente riuscirai a fare questo semplice esercizio ovunque.

Tutto quello che devi fare è: contrai il muscolo pubococcigeo come ti ho insegnato poco fa, trattieni la contrazione per 1 o 2 secondi e poi rilascia. Facile no?!

Ripeti questo esercizio per 20 ripetizioni, 3 volte al giorno (60 ripetizioni al giorno)

Ovviamente non è necessario tenere le dita sul muscolo durante lo svolgimento. Le prime volte magari puoi farlo, se hai difficoltà a individuare il muscolo, ma successivamente puoi procedere senza toccarlo, ti basta percepirlo.

Lo so, magari ti sembra troppo semplice per essere efficace, ma ti garantisco che lo è, e presto lo scoprirai da te.

Attento a non trattenere il respiro mentre lo fai, respira normalmente in modo da ossigenare bene l’organismo, infatti l’ossigeno è fondamentale anche per mantenere un’erezione potente.

E’ importante anche non esagerare con le contrazioni, essendo un muscolo rischi di farlo infiammare con tutte le conseguenze del caso.

Ripeti questo esercizio 3 volte al giorno per 3 settimane.

 

Esercizio di Kegel n° 2: la contrazione lunga

Hai fatto l’esercizio 1 per 3 settimane? Bene, allora dovresti già iniziare a notare i primi miglioramenti ed è il momento di passare all’esercizio successivo.

Continua a fare le 20 contrazioni del primo esercizio come hai fatto finora, ma adesso devi aggiungere 10 contrazioni lente e prolungate.

Come si fa?

Contrai il muscolo pubococcigeo più forte che puoi, mantieni la contrazione per 5 secondi, dopodiché rilascialo lentamente.

Ripeti per 10 volte ed il gioco è fatto.

Con questo esercizio dovresti sentire il muscolo PC che lavora molto intensamente.

Potresti avere difficoltà a fare 10 ripetizioni fin da subito, ma non ti preoccupare e non ti sforzare eccessivamente. Inizia con 3 o 4 ripetizioni ed aumenta gradualmente giorno dopo giorno fino ad arrivare a 10.

Esercizio di Kegel n° 3: Stop & Go

Questo esercizio è un po’ più difficile e va svolto durante la masturbazione.

Consiste nel riuscire a bloccare l’eiaculazione grazie alla contrazione del muscolo pubococcigeo, che ormai dovrebbe essere diventato abbastanza forte.

Come si svolge?

Mettiti comodo e prenditi tutto il tempo che vuoi, perché questo esercizio va svolto senza fretta.

Inizia lentamente, senza movimenti bruschi, rilassa tutti i muscoli dell’addome e delle cosce e respira tranquillamente.

Aumenta gradualmente la velocità fino a raggiungere un certo livello di eccitazione, poi stop, ferma la stimolazione e contrai contemporaneamente il muscolo pubococcigeo.

Fai un respiro profondo e lascia diminuire un po’ l’eccitazione, poi riparti lentamente.

Aumenta di nuovo la velocità fino a raggiungere un picco di eccitazione superiore al precedente, poi fermati di nuovo, contrai il muscolo PC e fai un respiro profondo.

Continua questo esercizio per 15 o 20 minuti. Ciò che devi fare è cercare di raggiungere ogni volta un picco di eccitazione superiore al precedente, ma riuscendo a bloccare l’eiaculazione grazie al muscolo PC ed alla respirazione.

Con che frequenza devo svolgere questo esercizio? Diciamo che dipende molto dai casi, ma direi che una o due volte a settimana può andare bene quasi sempre.

Tieni presente che, una volta che padroneggi gli esercizi 1 e 2, puoi limitarti a svolgerli come mantenimento un paio di volte al mese e quindi hai più tempo da dedicare a questo terzo esercizio che li comprende un po’ tutti.

Esercizi Reverse Kegel per durare di più: più difficili, ma anche molto efficaci…

(Torna all’indice)
Gli esercizi Reverse Kegel sono quelli che, al contrario dei Kegels classici, andranno a lavorare sul rilassamento (e non sul rinforzo) sia del muscolo Bulbocavernoso (BC), ossia il muscolo situato alla base del pene, che del muscolo Pubococcigeo (PC), cioè il fascio muscolare che va dal coccige all’osso pubico.

Imparare a rilassare questi muscoli ti aiuterà a controllare l’eiaculazione così da lasciarti andare solo quando sarai tu a decidere. In questo modo avrai la possibilità di far durare il rapporto quanto vuoi.

Tra tutte le tecniche per contrastare l’eiaculazione precoce, i reverse Kegel sono quelli che causano più confusione soprattutto perché è un po complicato localizzare i muscoli necessari.

Nonostante la difficoltà iniziale, vale la pena provarci perchè ti aiuteranno a mantenere la calma durante il sesso e a non farti sopraffare dall’eccitazione.

I Reverse Kegel sono un po più complicati dei Kegel classici. Questo perchè potrebbe essere difficile capire l’esatta posizione dei muscoli e ancora più difficile capire come muoverli correttamente.

Solitamente questo avviene perchè non sono stati fatti abbastanza Kegel classici e quindi non si conoscono i muscoli coinvolti. Quindi il modo migliore per identificare i muscoli corretti è quello di imparare prima a fare i kegels normali.

I reverse Kegel coinvolgono gli stessi muscoli, ma in modo differente. Siccome questi sono muscoli di cui solitamente ignoriamo l’esistenza, serve tempo per imparare a contrarli o rilassarli a comando.

Quindi, se impari bene quelli classici, avrai ottime probabilità di fare correttamente anche i reverse.

 

Reverse Kegel: ecco gli esercizi pratici

1 . SPINGI VERSO IL BASSO

Il primo esercizio da imparare per fare correttamente i reverse Kegel è, appunto, il movimento inverso ai Kegel classici.

Se nei Kegel bisogna contrarre e rilassare il muscolo Pubococcigeo, nei Reverse Kegel bisogna spingere con forza verso il basso, un po come quando fai pipì e vuoi svuotare la vescica in fretta.

Ecco, prova questo esercizio mentre fai pipì: inizia normalmente e poi spingi con più forza per far aumentare il flusso d’urina.

Ripeti questo esercizio più volte al giorno, ma senza esagerare.

 

2 . RESPIRA COL DIAFRAMMA

La maggior parte delle persone respira con il petto. Per migliorare i reverse Kegel, invece, è utile imparare a respirare espandendo lo stomaco e quindi usando il diaframma. Questo ti permetterà di concentrarti di più e ad isolare il movimento del singolo muscolo che vuoi usare.

Allenati con questo tipo di respirazione più bassa e profonda tutti i giorni, 2 volte al giorno.

 

3 . CONTROLLA RESPIRAZIONE E MOVIMENTO

Ora unisci i due movimenti. Prova a controllare la respirazione mentre spingi verso il basso.

Sicuramente ti sarà capitato di notare che mentre spingi, il movimento coinvolge anche i muscoli della pancia e il diaframma. La respirazione diaframmatica ti aiuta proprio in questo: a focalizzare l’attenzione solo sul movimento di spinta dei muscoli PC e BC e non sugli altri.

Il movimento del diaframma e dei muscoli del pene dovranno essere indipendenti.

Allenati per 5 minuti al giorno a spingere e respirare in modo controllato. Concentra la tua mente su questo esercizio e cerca di incoraggiarla al controllo muscolare.

4 . 20 + 4

Siediti o sdraiati e rilassati per un minuto. Ora respira per 4 secondi e spingi verso il basso come se dovessi far pipì per almeno 20 secondi. Cerca di farlo senza tendere la pancia o coinvolgere altri muscoli.
Ora rilassati e respira per altri 4 secondi. Ripeti 9 volte questo esercizio.

 

5 . SFORZATI A RIMANERE RILASSATO

E’ il momento di provare i reverse Kegel realmente. Puoi fare questo inizialmente mentre ti masturbi e poi potrai provare durante il sesso. Il procedimento è uguale in entrambi i casi.

Prima di tutto prenditi del tempo per poterti masturbare in tutta calma perchè se non hai la mente rilassata difficilmente riuscirai a controllare alla perfezione tutti i muscoli. Quindi, se hai i minuti contati, evita di provare i reverse Kegel.

L’esercizio consiste nel riuscire a controllare e tenere rilassati i muscoli del pene così da poter far durare più a lungo il rapporto.

Se hai fatto gli esercizi descritti sopra ormai sarai in grado di fare correttamente il movimento di spinta verso il basso senza coinvolgere i muscoli addominali e controllando la respirazione.

Inizia a masturbarti cercando di tenere rilassati il più possibile pancia e gambe. Fai movimenti lenti e inizia a concentrare la respirazione sul diaframma.

Ora aumenta il ritmo fino a che non sentirai l’eccitazione salire. A questo punto dovrai cercare di tenere rilassati i muscoli del pene spingendo verso il basso e respirando lentamente e profondamente così da controllare l’eiaculazione.

Quando senti di avere il pieno controllo, aumenta il ritmo, l’eccitazione e fai di nuovo lo stesso movimento di prima.

Aumenta gradualmente il ritmo fino a raggiungere un’eccitazione superiore alla precedente, ma senza lasciare che questa prenda il sopravvento su di te.

Continua questo esercizio per almeno 20 minuti fino a che non senti di avere il pieno controllo della situazione.

Puoi ripetere questo esercizio anche 2-3 volte alla settimana fino a che non ti accorgi di riuscire a rilassare perfettamente i muscoli e controllare l’eiaculazione a tuo piacimento.

 

Come durare di più a letto: conclusione

Siamo giunti alla fine di questo lungo e sostanzioso articolo. Sono sicuro che se metterai in pratica questi consigli, nel giro di 1 o 2 mesi riuscirai a raggiungere una resistenza che prima non immaginavi neanche.

Da parte tua devi solo impegnarti qualche minuto al giorno e svolgere questi semplici (e anche piacevoli) esercizi.

Nella maggior parte dei casi l’eiaculazione precoce non è un problema irreversibile e si possono utilizzare diversi “accorgimenti” per migliorare le proprie prestazioni e durare di più a letto in modo da avere il tempo per regalare alla nostra compagna gli orgasmi che merita.

Ricapitolando i 7 segreti per durare di più a letto sono:

  1. Smetti di masturbarti velocemente, perché in questo modo aggravi solo il problema. Se proprio devi, prenditi 30-40 minuti e fallo con calma.
  2. No ansia! Sesso e ansia non vanno d’accordo, non pensare che la ragazza è li per giudicarti come la più perfida delle professoresse del liceo, ma goditi il momento e tutto sarà più bello e appagante.
  3. Inizia gradualmente. Non devi fiondarti su di lei come un toro imbizzarrito, stimolala gradualmente ed anche lei raggiungerà l’orgasmo più in fretta.
  4. Respira. Quando respiri tutto il corpo di ossigena e funziona meglio, compreso il tuo pene! 🙂
  5. Il sesso non è solo penetrazione. Se senti che stai per venire, puoi sempre fermarti un attimo e continuare a stimolarla con mani e bocca mentre dai al tuo pene il tempo di riprendersi!
  6. Non essere egoista. Se non resisti e vieni prima di lei, il minimo che puoi fare è usare ogni arma a tua disposizione (mani, bocca, ecc…) per dare anche a lei l’orgasmo che merita.
  7. Esercizi di Kegel e Reverse Kegel: sono degli esercizi che rinforzano i muscoli del pavimento pelvico e aiutano quindi a controllare l’eiaculazione.

Buon allenamento!

P.S. Prima di chiudere voglio farti un ultimo regalo: 3 Video GRATUITI in cui ti svelo i 7 errori fatali nel sesso, che ti impediscono di soddisfare al 100% le donne con cui lo fai: Clicca qui per ricevere GRATIS “I 7 errori fatali nel sesso”

41 Comments

  1. Slim
    • Mr Shax
  2. Giuseppe
  3. Miki
    • Mr Shax
  4. Miki
    • Mr Shax
      • San
  5. SuperNaruto
  6. Tony
    • Mr Shax
  7. Vincenzo Longo
    • Mr Shax
  8. Anonimo
    • Mr Shax
  9. Anonimo
  10. Anonimo
  11. Anonimo
    • Mr Shax
  12. Jack
  13. Micky
  14. Marcello
  15. Denis
    • Mr Shax
  16. Anonimo
    • Mr Shax
  17. Gino
  18. Brocker
  19. Anonimo
    • Mr Shax
  20. Donato Pannarale
    • Mr Shax

Leave a Reply

Termini e Condizioni | Privacy Policy | Contatti