Come toccare una ragazza: la guida rapida in 5 step per farla impazzire!

come toccare una ragazzaCome toccare una ragazza in modo da farla impazzire?

Questa è una domanda che ti sarai posto di certo. Magari dopo averla baciata appassionatamente per ore vorresti andare avanti e puntare a qualcosa di più ma… non sai come procedere.

Purtroppo o per fortuna sapere come toccare una ragazza è una vera e propria arte. E’ un po’ come suonare uno strumento. Se sai quali corde toccare ne uscirà una splendida melodia, ma se vuoi improvvisare rischi di mandare tutt’ all’aria.

Toccare una ragazza fino a regalarle un orgasmo favoloso non è cosa da tutti, ma con un po’ di impegno ed i consigli che leggerai tra poco sono sicuro che la farai urlare di gioia.

Ok, vediamo subito come toccare una ragazza.

1. Attenzione alla location

Se conosci la ragazza da poco e non avete ancora instaurato una relazione profonda, vai sul sicuro e cerca un posticino tranquillo e lontano da occhi indiscreti.

Quando sarete una coppia consolidata, una donna potrebbe anche essere intrigata da certe situazioni, ma per adesso evita di infilarle le mani fra le gambe dinanzi ad altre persone (ascensore, cinema, mezzi pubblici).

Se invece il contesto è quello ideale (es. un parco isolato), procedi col tuo gioco!

 

2. Procedi a piccoli passi

Mostrati sicuro, falle vedere che sai dove mettere le mani e che sei in grado di farla godere, ma non andare di fretta.

Inizia con calma, sfiorandole il collo e le spalle, o se ne hai l’occasione falle un bel massaggio. Le consentirà di rilassarsi e godersi al meglio il momento.

Non catapultarti sul suo basso ventre, ma procedi in modo graduale.

Mentre l’accarezzi con dolcezza, baciala sfiorando di tanto in tanto il suo seno. Stuzzicala poco alla volta, fermati per un attimo nei momenti di maggior godimento per lei, fatti desiderare per poi tornare a stimolarla in maniera sempre più intensa. Stimola i suoi capezzoli in maniera sempre più decisa, con mani e bocca, finché non diventano turgidi.

3. Cerca il suo sapore

Se ha una gonna inizia ad accarezzarla con la mano sulla sua coscia in maniera sempre più intensa, salendo poco a poco verso l’inguine: l’attesa la farà letteralmente impazzire.

Poi inizia a stimolarla lentamente da sopra le mutandine.

Se senti che è già bagnata puoi passare al di sotto e puntare direttamente al clitoride. Stuzzicala, poi fermati e leccati o falle leccare le tue dita pregne del suo sapore.

Questa cosa le fa eccitare di brutto.

 

4. Movimenti lenti e controllati

Quando la stimoli sul clitoride procedi in maniera lenta e delicata. Non esagerare con la pressione e attento a non toccarla coi denti, è un punto estremamente delicato e rischi di farle male.

Usa solo la lingua e le labbra. Sii delicato ma deciso allo stesso tempo.

Nel caso  poco probabile che sia sia ancora asciutta, bagnati le dita con la saliva e cerca di penetrare più in profondità, ma sempre con delicatezza, senza farle male.

Ora è il momento di sfilarle le mutandine: ti troverai di fronte le grandi labbra, tutte da massaggiare sia all’esterno, che all’intero inserendo le dita con delicatezza, per poi tornare a stimolare il clitoride.

Dopo aver fatto avanti e dietro fra clitoride e grandi labbra ( se lei ansima stai facendo un ottimo lavoro) infilale uno o due dita dentro con dolcezza alla ricerca del punto G, collocato più o meno nei pressi dell’osso pubico.

Stimola dunque la parte posteriore del clitoride in attesa di mandarla in brodo di giuggiole.

 

5. Goditi il momento!

Non fare le cose di fretta. Fretta e ansia gli impediranno di rilassarsi e godere in maniera profonda e se sente che non vedi l’ora di farla venire rischi di ottenere l’effetto contrario.

Goditi il momento e gustati il potere che hai su di lei mentre la tocchi, il suo piacere è tutto nelle tue mani.

Ricorda che il piacere provato da lei non è legato alla velocità dei tuoi movimenti, anzi.

Se vuoi farla letteralmente impazzire potresti rallentare e cambiare ritmo continuamente, oppure fermarti mentre ansima per poi riiniziare con ancor più foga, stimolandole il clitoride con il pollice, per poi penetrarla dolcemente con le dita.

Aspetta che l’orgasmo volga al termine per ritrarle con delicatezza, ma senza levarle via del tutto.

Attendi che la sua estasi cessi per togliere dolcemente le dita da dentro, ma senza portare via la mano.

Lasciala lì stringendole la vagina, in modo da offrirle gli ultimi brividi di piacere.

Bene, ora sai come toccare una ragazza e non ti resta che applicare, applicare e… buon divertimento!

P.S. Prima di chiudere voglio farti un ultimo regalo: 3 Video GRATUITI in cui ti svelo i 7 errori da non fare nel sesso, che ti impediscono di soddisfare le donne con cui lo fai. Clicca qui per ricevere IN REGALO “I 7 errori fatali nel sesso”

3 Commenti

  1. Anonimo
  2. Anonimo

SCRIVI QUI LA TUA DOMANDA O OPINIONE:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Termini e Condizioni | Privacy Policy | Contatti